Miglior mouse verticale 2020: classifica e guida all’acquisto

Il mouse rappresenta uno degli strumenti più importanti da collegare ad un PC o a qualsiasi strumento tecnologico utilizzabile con lo stesso. Al di là dei tradizionali mouse orizzontali, ossia basati sul posizionamento della mano in modo parallelo al piano di lavoro sottostante, esistono i cosiddetti mouse verticali.

Mouse verticale

Si tratta di prodotti davvero innovativi, progettati per specifici scopi, e dalle caratteristiche differenti rispetto a quelli tradizionali. All’interno di questa semplice guida andremo ad esaminare tutti i principali aspetti, e le maggiori caratteristiche, in modo da riuscire a scegliere il migliore mouse verticale. Capiremo, infatti, che la scelta non potrà essere collegata solamente a parametri qualitativi e funzionali del dispositivo, ma anche alle preferenze soggettive di ogni consumatore (destrorso o mancino).

Assodate tutte le specifiche di questi prodotti, avrai la possibilità di individuare una comoda, semplice, chiara e completa lista dei migliori mouse disponibili sul mercato. Potranno essere tutti acquistati con facilità e potranno essere spediti direttamente all’indirizzo selezionato. Detto ciò, iniziamo subito dalle basi, approfondendo sul funzionamento e sull’operatività di un mouse verticale.

Perché comprare un mouse verticale

A differenza dei mouse orizzontali, brevemente spiegati all’interno dell’introduzione, i mouse verticali permettono all’utente di tenere la mano in modo quasi perpendicolare al piano di lavoro e non più parallelo. Tutto ciò comporta notevoli vantaggi, legati soprattutto alla salvaguardia del polso e ad eventuali problemi futuri.

Una delle maggiori problematiche, soprattutto per chi lavora molte ore al PC, o utilizza quotidianamente il mouse, è il verificarsi di fastidiosi dolori al polso ed al braccio. I mouse tradizionali, infatti, per via del loro funzionamento, non garantiscono una posizione perfetta della mano e, a sua volta, dell’intero braccio.

Contrariamente da ciò, l’acquisto di un nuovo mouse verticale dovrebbe aiutare l’utente a mantenere una migliore posizione dei gomiti e delle braccia. Uno dei vantaggi dei mouse tradizionali risiede nella loro duplice funzionalità: sia per mancini che per destrorsi. Nonostante tale caratteristica, la pecca risiede proprio nel dover posizionare la mano in una posizione innaturale per la struttura umana.

L’inclinazione dei dispositivi verticali, variabile in base ai gradi di pendenza (30, 70 e così via), può rappresentare un aiuto contro infiammazioni dei tendini e dolori derivanti da stress sul polso. Ti stai chiedendo se l’unico svantaggio potrebbe essere quello sull’utilità e l’abitudine?

Niente paura, dopo pochi minuti di pratica il cervello è un grado di adattarsi perfettamente al nuovo dispositivo ed a muoverlo correttamente come se fosse uno tradizionale. I benefici possono essere notati fin da subito e l’aiuto nei confronti di problemi legati alle posizioni innaturali potranno così essere leniti nel tempo.

Come scegliere il miglior mouse verticale

Prima di procedere con la visione delle liste complete sui migliori mouse verticali, è doveroso imparare a riconoscere le differenti caratteristiche per scegliere il prodotto migliore. Ogni utente, infatti, possiede delle caratteristiche corporali e preferenziali differenti.

Mouse verticale

Oltre ciò, in base all’utilizzo (gioco, programmazione, navigazione web, distanza dallo schermo) sarà possibile individuare uno specifico prodotto, adatto alla specifica esigenza. In linea generale sono 4 le considerazioni da tenere bene a mente: dimensioni, collegamento, sensore e tasti.

Le dimensioni rappresentano sicuramente il primo parametro da analizzare prima della scelta. Acquistare un mouse verticale troppo piccolo non garantisce un giusto posizionamento del palmo e delle dita sui vari tasti. Anche se un po’ più pesanti, i prodotti con misure standard (non mini) rappresentano un’ottima scelta. Proprio in riferimento al peso, è opportuno ricordare che un mouse troppo pesante potrebbe comportare l’affaticamento del polso. D’altro canto, un mouse troppo leggero, soprattutto nel gaming, potrebbe portare imprecisioni e variazioni troppo rapide del puntatore.

Un secondo aspetto riguarda il collegamento: con filo o senza filo. Per sfatare la considerazione che un dispositivo con filo sia più efficiente di uno wireless, è possibile ricordare che le nuove tecnologie a laser garantiscono un movimento del puntatore efficace e preciso al millimetro. Così come per tutti i prodotti in comparazione possono essere trovati pro e contro.

Fra i pro dei mouse verticali wireless ricordiamo il minore ingombro, un migliore movimento ed una maggiore torsione. L’unica pecca sarà quella di dover cambiare spesso le batterie. Oltre ciò, un mouse verticale wireless può basarsi sul collegamento Bluetooth (direttamente associabile al PC) o tramite un ricevitore USB (quindi utilizzando la radiofrequenza).

Oltre ciò, la precisione del sensore è forse la caratteristica più importante da tenere a mente. Può variare in base a due indicatori tecnici: la tipologia (ottico o a laser) e la risoluzione. Quest’ultimo parametro, espresso con l’acronimo DPI, ossia punti per pollice, indica il rapporto di spostamento fra i pollici del proprio tappetino fisico e quello del puntatore sul monitor (in pixel). È automatico associare, che più elevato sarà l’indice DPI, maggiore sarà la precisione del sensore.

In ultimo, soprattutto per gamers professionisti, la presenza dei tasti è un aspetto rilevante all’interno del processo decisionale. In commercio esistono prodotti con tasti programmabili, altri con sensori touch ed altri ancora con tasti ergonomici.

Migliori mouse verticali con filo

Echtpower Mouse

Mouse verticale Echtpower

 

Si tratta di un mouse verticale basato su tecnologia ottica. Il sensore posizionato al di sotto garantisce una precisione ed una sensibilità ai massimi livelli. È dotato di sei tasti (compreso la rotella 3d), posizionati in modo da rendere l’impugnatura ergonomica e maneggevole. Oltre ai consueti tasto destro e tasto sinistro, possiede, nella parte laterale, il tasto per modificare il DPI (da 3200 a 2000 e da 1200 a 800).

È un prodotto facile da utilizzare e può essere collegato facilmente a qualsiasi dispositivo e qualsivoglia sistema operativo.

> Compralo su Amazon


Anker

Mouse verticale Anker

È un mouse verticale con design ergonomico, adatto sia per un uso prolungato che ridotto. Può essere associato facilmente sia a dispositivi Windows che macOS e non necessita di complicati processi di installazione. Il prodotto è leggero, facilmente trasportabile e presenta un sensore dalle elevate prestazioni.

Per utilizzarlo nel modo più opportuno non è richiesta nessuna torsione delle dita e nessun movimento laterale del posto. I tasti sono facilmente raggiungibili, il che comporta meno stress sulla mano ed un movimento il più naturale possibile.

> Compralo su Amazon


Trust Verto

Mouse verticale Trust Verto

Il mouse verticale Trust Vetro è uno dei prodotti con miglior rapporto qualità prezzo sul mercato. I materiali che lo compongono, uniti alla struttura solida, lo rendono efficiente sotto tutti i punti di vista.

Possiede un cavo della lunghezza di 1,5 m, abbondantemente sufficiente per spostarlo in base alle necessità ed evenienze. Oltre ciò, è dotato di una banda luminosa sulle pareti laterali, fondamentale per una perfetta individuazione anche nelle ore con poca luce.

Il prodotto viene spedito direttamente all’interno del proprio imballaggio, e può essere utilizzato immediatamente inserendo il cavetto all’interno di una tradizionale porta USB.

> Compralo su Amazon


JTD Mouse Ottico

JTD Mouse verticale

A rendere questo prodotto unico nel suo genere sono: facilità d’uso, leggerezza ai massimi livelli, compatibilità con vari sistemi operativi e tasti facilmente raggiungibili.

Quando si parla di sensibilità di un mouse è fondamentale avere a disposizione la funzione per variare i cosiddetti DPI. Il mouse verticale con filo in questione, attraverso il comodo tasto ergonomico, permette di modificare 3 regolazioni sulla precisione.

Il dispositivo viene spedito assieme al proprio foglietto illustrativo e non necessita di particolari installazioni. Basterà inserire il cavetto USB (della lunghezza di circa 1,6 m) all’interno dell’apposito ingresso.

> Compralo su Amazon


Migliori mouse verticali wireless

Tecknet

Mouse verticale Tecknet

Si tratta di un mouse verticale senza fili, basato sulla tecnologia a frequenza.

Per poterlo utilizzare, è infatti necessario collegare il ricevitore esterno all’interno della porta USB e collegarlo al mouse. Effettuata questa operazione, si potrà lavorare comodamente senza la presenza di fastidiosi cavi.

Quanto all’alimentazione, il produttore dichiara una durata media di ben 18 mesi, utilizzando delle tradizionali pile AAA. Per preservare la batteria, questo mouse possiede un particolare sensore in grado di spegnere il mouse dopo circa 8 minuti di inattività.

> Compralo su Amazon


Anker Mouse Senza Fili

Anker Mouse Senza Fili

Il mouse verticale senza fili Anker è dotato di un potente ricevitore USB da ben 2,4 G. La potenza del segnale, stando alle dichiarazioni del produttore, garantisce un movimento fluido anche da una distanza di circa 10 metri. Oltre ciò, possiede tasti facilmente raggiungibili e dà la possibilità di regolare su 3 differenti livelli di DPI.

L’alimentazione è a batterie di tipo AAA, ed il peso è di circa 90 grammi. Nella parte inferiore, oltre all’alloggiamento delle due batterie, è posizionato il tasto Power, di accensione e spegnimento.

> Compralo su Amazon


Trust Varo Mouse Wireless

Trust Varo Mouse Wireless

È un mouse verticale wireless ideato e progettato per garantire un’adeguata impugnatura della mano ed una posizione ottimale del braccio. A differenza di quasi tutti i modelli esaminabili, possiede una funzionale e duratura batteria al litio ricaricabile. I materiali di costruzione rendono questo prodotto maneggevole e piacevole al tatto.

Oltre ciò, la tecnologia ottica permette all’operatore di beneficiare di un’esperienza ai massimi livelli, senza nessuna imprecisione del puntatore.

> Compralo su Amazon


J-Tech Digital

mouse verticale J-Tech Digital

Acquistando questo prodotto si otterrà: un mouse verticale wireless senza fili, un cavo per la ricarica con ingresso c, una guida informativa e un ricevitore nano USB. A rendere questo mouse davvero funzionale è la presenza del collegamento Bluetooth 4.0 di ultima generazione. Garantisce un movimento del puntatore preciso e allo stesso tempo stabile.

Non essendo collegato a nessun cavo, possiede una maneggevolezza senza paragoni e può funzionare anche da una distanza considerevole. Ultimo vantaggio, non per importanza, è il materiale di costruzione. Garantisce un grip ottimale della mano ed un trascinamento senza scatti improvvisi.

> Compralo su Amazon


Autley

mouse verticale Autley

Il mouse verticale wireless Autley, nonostante abbia un peso di circa 140 grammi, viene sconsigliato dal produttore per utilizzi in gaming. Al di là di questa precisazione, si dimostra un dispositivo valido, basato su tecnologie avanzate e ricaricabile attraverso cavetto. Stando alle informazioni di produzione, la durata media, di una singola carica, può resistere fino ad un massimo di 12-20 giorni.

> Compralo su Amazon


Logitech MX Mouse Verticale Wireless

Logitech MX Mouse Verticale Wireless

In base alle diverse esigenze, questo mouse verticale senza fili può essere utilizzato sia in modalità frequenza (quindi con l’inserimento del ricevitore USB) sia tramite tecnologia Bluetooth 4.0. L’impugnatura ergonomica, unita ai materiali con decalcomanie in rilievo, lo rendono antiscivolo e di facile utilizzo.

Oltre ciò, i tasti sono posizionati in modo da garantire un accesso facile alle dita, senza nessun movimento brusco del polso o della mano. I gradi di inclinazione permettono, infine, di prevenire eventuali problemi o sindromi legate ad un uso scorretto del mouse

> Compralo su Amazon


Migliori mouse verticali da gaming

Muxan

mouse verticale Muxan

Si tratta di un mouse da gaming dalle elevate prestazioni. Gli 11 tasti, posizionati in più punti strategici, garantiscono al giocatore un’esperienza impeccabile sotto molti punti di vista. A rendere tale dispositivo davvero interessante è l’elevata sensibilità del sensore e la potenza del segnale. Stando alle dichiarazioni del costruttore, questo mouse verticale da gaming supporta 10.000 DPI e circa 5.000 FPS.

Grazie a queste caratteristiche tecniche, si dimostra un valido alleato in riferimento a differenti tipologie di gioco. Quando si compra un mouse da gaming è importante verificare attentamente la possibilità di programmare i parametri sulla sensibilità e sui tasti. In questo modo, si avrà la possibilità di giocare, nel migliore dei modi, a qualsiasi videogioco, mantenendo un elevato controllo sul puntatore.

> Compralo su Amazon


Trust GXT 144 Rexx

Mouse verticale Trust GXT 144 Rexx

È un prodotto unico nel suo genere. Il mouse verticale da gaming Trust GXT è dotato di una tecnologia avanzata che punta a migliorare notevolmente la qualità del sensore. Anche in questo caso, supporta 10.000 DPI ed è possibile associare una velocità di accelerazione 20 G. Possiede un’impugnatura ergonomica, 6 tasti programmabili e luci cangianti per individuare il mouse anche nelle ore con meno luce.

Una seconda caratteristica fondamentale, valida sia per questo mouse che per tutti i dispositivi della stessa categoria, è il peso. Il giusto rapporto fra peso e sensibilità, soprattutto durante giochi online, è un parametro fondamentale per procedere con il giusto equilibrio e non veder schizzare il puntato da una parte all’altra troppo rapidamente.

> Compralo su Amazon


Migliori mouse verticali per mancini

Evoluent VerticalMouse

Evoluent VerticalMouse

È un mouse per mancini dalle caratteristiche e prestazioni eccellenti. Nonostante il peso sia di circa 200 grammi (nettamente al di sopra della concorrenza), si dimostra in egual modo stabile, facile da utilizzare e soprattutto maneggevole. I materiali che lo compongono sono resistenti e piacevoli al tatto. L’inclinazione della struttura garantisce un corretto posizionamento del polso e di tutta la mano.

> Compralo su Amazon


CSL-Computer

Mouse verticale CSL-Computer

Si tratta di un mouse verticale wireless per mancini. All’interno dell’acquisto si troverà il mouse, il foglietto illustrativo ed il ricevitore USB per collegare il dispositivo. Una volta ottenuto, non richiede particolari procedure di installazione e può essere utilizzato all’istante. Fra le caratteristiche a rendere questo prodotto davvero efficiente ricordiamo: stabilità del puntatore, sensore di ultima generazione e impugnatura ergonomica.

Oltre ciò, il peso ridotto garantisce il minimo sforzo anche durante un uso per più ore nel corso della stessa giornata. I tasti sono intuitivi e facilmente raggiungibili dalle dita.

> Compralo su Amazon


Perixx Perimice-513L

Mouse verticale Perixx Perimice-513L

È un mouse verticale con filo per mancini. Le misure standard, unite ad una perfetta inclinazione, garantiscono lavori ottimali e precisi al millimetro. Avendo il cavetto incorporato, dopo l’acquisto, sarà sufficiente collegare la USB all’interno dell’ingresso di riferimento. Fatto ciò, non sarà necessario procedere con nessuna installazione complicata, poiché il sistema riconoscerà in automatico il dispositivo.

Non possiede batterie, i materiali sono resistenti agli urti e alle medie pressioni e l’impugnatura è fra le migliori sul mercato. Attraverso questo mouse verticale, anche le persone mancine possono beneficiare della giusta posizione del polso e prevenire eventuali problemi al tunnel carpale o ad infiammazioni dei tendini.

> Compralo su Amazon


Come usare correttamente il mouse

Molte volte, soprattutto per gli utenti più giovani, l’uso corretto del mouse verticale è spesso sottovalutato. Così facendo, con il passare del tempo, si potrebbero verificare i fastidiosi problemi precedentemente elencati. Ma un modo per ovviare a tale situazione c’è e si chiama prevenzione. Per prevenire eventuali dolori è importante seguire attentamente alcuni punti per un uso corretto del mouse.

  • Sedersi in modo dritto. Nonostante il mouse non c’entri assolutamente nulla con la seduta, il punto di partenza per un corretto uso del mouse è la posizione del corpo e delle spalle. Stare troppo curvi, o troppo di fianco, può comportare una posizione scorretto del braccio.
  • Tenere le giuste distanze. Ma qual è il giusto compromesso per capire fin dove avvicinarsi? Semplice, né troppo lontano né troppo vicino. Per uno schermo da 17 pollici, la distanza indicativa è di circa 70 cm.
  • Poggiare bene il braccio. La posizione del polso, e dell’avambraccio, deve essere costantemente controllata durante il proprio lavoro. Un’angolazione a 90 gradi del polso, soprattutto per molte ore, potrebbe comportare fastidi e dolori ai tendini.

Seguendo questi punti, e ricordando di utilizzare il mouse verticale nel modo indicato all’interno delle istruzioni, si potrà procedere nel migliore dei modi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *