Miglior amplificatore hifi 2021: classifica e guida all’acquisto

Se hai intenzione di potenziare un determinato suono, o semplicemente di creare un impianto sonoro da fare invidia a tutti, allora hai bisogno di un amplificatore Hi-Fi. Molto spesso si sente parlare di questi dispositivi in grado di migliorare la qualità del suono, ma soprattutto di renderlo più potente, senza tuttavia conoscere il loro funzionamento e le loro principali caratteristiche interne.

Abbiamo così deciso di strutturare questa guida completa, volta a scoprire i migliori amplificatori presenti sul mercato e tutto ciò che li circonda. Visioneremo i principali aspetti da tenere a mente, per poi passare alla classifica completa.

Alla fine dell’approfondimento avrai a disposizione una vasta gamma di scelte, suddivise sulla base delle singole esigenze. Potrai così scegliere l’amplificatore più adatto al tuo ambiente ed alle tue necessità.

Iniziamo subito.

Cos’è un amplificatore hifi

Ma cos’è un amplificatore Hi-Fi? Cosa fa un amplificatore Hi-Fi? Un amplificatore, come dice la parola stessa, va semplicemente ad amplificare un determinato segnale, rendendolo maggiormente performante e più potente. Nel caso di segnale Hi-Fi, abbiamo quindi a disposizione un sistema centralizzato, che va a modulare il segnale di ingresso.

È quindi possibile immaginare un amplificatore Hi-Fi come un vero e proprio intermediario fra due parti, che lavora per un soggetto terzo. La prima parte è la sorgente, ossia da dove proviene il segnale principale, che dovrà successivamente essere amplificato. Una volta ricevuto il segnale, l’amplificatore modula lo stesso sulla base delle impostazioni date dall’utilizzatore, inviando un segnale secondario a casse, cuffie, o dispositivi similari di uscita. In questo contesto, sono quindi presenti segnali input (ossia dati dalla sorgente esterna) e segnali output (ossia dati dalla sorgente ricevente). Il soggetto terzo, è invece colui che ascolta il suono amplificato.

Parlare di amplificatore Hi-Fi in senso stretto, significa essenzialmente parlare di quanto detto in precedenza. Nonostante ciò, lo stesso termine può andare ad indicare un dispositivo in grado di fare molto di più che una semplice amplificazione. Molti amplificatori complessi, vanno infatti ad agire non solo sulla potenza del segnale, ma anche su determinate caratteristiche dello stesso. È ad esempio possibile individuare macchinari in grado di modulare l’impedenza, o ancora che possono fungere da preamplificatore.

Come scegliere il miglior amplificatore hifi

Ma come scegliere il miglior amplificatore Hi-Fi? Ovviamente il primo aspetto da considerare riguarda l’utilizzo. Se hai deciso di cimentarti per la prima volta all’interno di questo mondo, allora un amplificatore Hi-Fi semi-professionale (che può essere scelto direttamente nella lista in basso) rappresenta un buon compromesso fra qualità e prezzo. Viceversa, se sei immerso a pieno in questo settore, lavorando magari come tecnico del suono, necessiterai di un macchinario più complesso e professionale.

Quali caratteristiche valutare per la scelta dell’amplificatore? Abbiamo deciso di soffermare l’attenzione su una serie di aspetti cruciali.

Potenza

Il primo aspetto riguarda il wattaggio. Esistendo centinaia di modelli in commercio, risulta complesso per un neofita del settore giostrarsi ed individuare quello più adatto alle proprie esigenze. Anche in questo caso, tuttavia, dipende molto dall’uso che se ne dovrà fare. In linea generale, un amplificatore da 100 W rappresenta un prodotto ottimo.

Qualità delle casse

Tutto ciò, deve ovviamente considerarsi in modo parallelo alla qualità delle casse. Scegliere un amplificatore professionale, pagandolo anche profumatamente, ed associarlo alle casse del proprio stereo trovato in cantina qualche mese fa, non rappresenta di certo la giusta scelta. L’amplificatore, infatti, lavora in stretto collegamento con le casse, o con il proprio impianto di uscita. È quindi importante acquistare l’amplificatore anche sulla base delle casse in possesso, o viceversa comprare le casse sulla base dell’amplificatore.

In questo caso, prima di procedere con l’acquisto, è giusto considerare il wattaggio dello stesso, in riferimento alle altre componenti (di input e di output) che andranno collegate al dispositivo.

Pannello di controllo

Ulteriore aspetto riguarda il pannello di controllo. Anche il design vuole la sua parte e, per tale motivo, è bene scegliere un amplificatore con comandi non troppo vicini fra di loro e con funzioni di ultima generazione.

Al di là della modulazione complessa, su determinati parametri del suono, il  controllo più importante resta quello sul suono. Lo stesso, viene quasi sempre gestito da una rotella, che prende il nome di “Master”.

Miglior amplificatore hifi: la classifica

Adesso che hai finalmente compreso quali caratteristiche tenere a mente per poter procedere nel migliore dei modi all’acquisto del prodotto, possiamo ora focalizzare l’attenzione sui migliori amplificatori Hi-Fi presenti ad oggi sul mercato. Rappresenteranno prodotti top di gamma, selezionati sulla base di rapporto qualità prezzo, opinioni e recensioni, nonché funzionalità e caratteristiche specifiche.

In ogni caso, siamo certi che riuscirai a trovare il dispositivo più adatto alle tue necessità ed esigenze.

NAD D 3020 Amplificatore Digitale Bluetooth Hi-Fi

NAD D 3020 Amplificatore Digitale Bluetooth Hi-Fi

Il NAD D 3020 rappresenta il primo amplificatore all’interno della nostra guida. È un dispositivo digitale, dotato di diverse tecnologie di ultima generazione. La società è da sempre sinonimo di qualità ed efficienza. Il dispositivo può essere collegato in diversi modi, mettendo a disposizione anche la tecnologia Bluetooth.

Si presenta in colorazione nera e con un design unico nel suo genere. Nella parte posteriore sono presenti diversi attacchi, in modo da rendere l’amplificatore versatile ed adatto ad ogni esigenza. Nella parte frontale, sono invece presenti i tasti funzionali, fra i quali anche il master per la modulazione del volume.

Passando alle caratteristiche tecniche, l’amplificatore NAD D 3020 ha una potenza di uscita pari a 60 Watt, il che lo rende abbastanza potente per i diversi utilizzi. Permette di emettere suoni puliti e soprattutto migliorati rispetto alla fonte sorgente. Mette inoltre a disposizione anche una comoda porta USB. Dispone di un ingresso ottico e coassiale.

Quanto al formato segnale, è 90 dB, così come molti altri amplificatori professionali presenti sul mercato. Risulta pratico, maneggevole e con una risoluzione fino a 24 bit e 96 khz.


REGA BRIO R

REGA BRIO R

In questo caso ci troviamo di fronte ad un vero e proprio amplificatore stereofonico professionale, dotato di diverse funzioni di ultima generazione. Permette di ottenere un suono più caldo, più pulito e soprattutto più efficiente. Andando ad agire direttamente sul segnale di ingresso, permette di inviare alle casse un audio impeccabile sotto tutti i punti di vista.

Nella parte posteriore sono presenti i diversi collegamenti. È ad esempio possibile individuare diverse porte input (ossia associate alla sorgente di ingresso) ed altrettante porte per l’uscita. Nella parte inferiore sono altresì presenti gli agganci per l’alimentazione, speaker e così via.

La parte frontale, è invece completamente dedicata al pannello di controllo e di gestione. In questo caso troviamo una sezione luminosa ed intuiva, che permette di visionare i parametri anche in condizioni di scarsa luminosità. Sempre sul frontale, è altresì possibile individuare la manopola del master, fondamentale per poter modulare l’intensità del suono in uscita. Si presenta in colorazione nera, ha dimensioni ridotte e può essere installato in modo semplice ed intuitivo.

Una volta collegata l’alimentazione, il segnale di ingresso ed i dispositivi di output, risulta subito pronto ad offrire la migliore esperienza di suono possibile.


Yamaha A-S201 Amplificatore Integrato

Yamaha A-S201 Amplificatore Integrato

Dal design semplice e minimale, di colorazione grigia, troviamo l’amplificatore Yamaha A S-201. Si tratta di un prodotto unico nel suo genere, dotato di diverse funzioni. Presenta diversi ingressi input ed output, permettendo anche la riproduzione del vinile. Si tratta di un valore aggiunto non indifferente, soprattutto per gli amanti dei strabilianti giradischi. La presenza della modalità Pure Direct permette al segnale di compiere il percorso più breve, evitando in questo modo zone che potrebbero causare distorsioni del suono. Presenta un ingresso per le cuffie, offrendo anche in questo caso il miglior suono possibile.

Passando alle caratteristiche tecniche, ricordiamo un wattaggio in output pari a 100 ed una  potenza d’uscita massima (4 ohms, 1kHz, 0.7% THD, for Europe): 140 W + 140 W. Una specifica funzione di controllo permette di programmare il dispositivo a 2, 4, 8 o 12 ore. È inoltre presente la funzione di spegnimento automatico, che permette all’amplificatore di entrare in modalità stand-by qualora non venisse utilizzato. In questo caso i consumi vengono ridotti fino a 0,5 W.

Quanto alla gestione, può essere controllato direttamente tramite telecomando (in dotazione e ricco di funzioni e tasti), o tramite il pannello di controllo posto nella parte frontale. Sullo stesso, oltre alla presenza del master, troviamo anche un display luminoso, utilizzabile per controllare parametri e modulazioni.


DENON Pma-800 Amplificatore

DENON Pma-800 Amplificatore

L’amplificatore DENON si pone da sempre come un concreto punto di riferimento per professionisti ed appassionati del settore. Mette a disposizione ingressi digitali e stadio phono incorporato. Garantisce un suono impeccabile sotto molti punti di vista, offrendo alti dettagliati e puri, nonché bassi profondi e marcati.

La presenza del convertitore D/A 192 khz / 24 bit offre un audio ad alta risoluzione. Passando alle caratteristiche tecniche, il dispositivo possiede una potenza in uscita pari a 85 watt, considerato un valore nella media, che permette suoni potenti ed allo stesso tempo efficienti.

Oltre ciò, ricordiamo la modalità analogica Analog Mode, per una riproduzione pura e senza distorsioni, nonché la presenza di un ingresso giradischi MM / MC. Oltre all’uscita analogica, troviamo 3 ingressi digitali ottici ed uno coassiale. La gestione dell’amplificatore può essere effettuata sia tramite pannello di controllo, integrato nella parte frontale, sia tramite un completo telecomando in dotazione. Il master per il controllo sulla modulazione del suono è posto nella parte centrale del pannello anteriore.

Nella parte posteriore, sono invece presenti i diversi attacchi per input e per i vari dispositivi output. Si mostra compatto, con un peso leggero e soprattutto facile da installare.


AUNA AV2-CD708 – Amplificatore HiFi

AUNA AV2-CD708 - Amplificatore HiFi

Si tratta di un amplificatore professionale con potenza massima pari a 600 W. Possiede ben 5 porte d’ingresso RCA ed un’uscita RCA per la trasmissione del segnale in output. La tecnologia interna, associata alle componenti elettroniche di ultima generazione, permettono di ottenere un suono puro, di modulare l’output del tono, nonché il livello degli alti.

Quanto alle connessioni, ricordiamo la presenza di un: ingresso RCA stereo AUX, ingresso RCA stereo Phono, 1 ingresso RCA stereo tuner, ingresso RCA stereo DVD, ingresso stereo CD, ed uscita jack 6,3mm per cuffie.

Funziona ad alimentazione, a 230 V, e può essere installato in pochissimi minuti. Una volta collegati i cavi di alimentazione, nonché quelli della sorgente e dei dispositivi d’uscita, diventa subito operativo. Passando al controllo, è possibile gestire l’amplificatore in due modi. Il primo attiene il frontale interattivo, composto dalle principali funzioni e dal master di modulazione. Il secondo, attiene invece il controllo da remoto.

Disponibile in colorazione nera, possiede funzionali piedini in gomma, fondamentali per limitare vibrazioni e garantire un perfetto grip con la superficie di installazione.


Dynavox CS-PA1

AUNA AV2-CD708 Amplificatore HiFi

Il Dynavox CS-PA1 rappresenta ad oggi uno degli amplificatori più compatti presenti sul mercato. Le dimensioni ridotte, permettono di installarlo in spazi molto ristretti, su scaffali o in altre zone sulla base delle proprie esigenze. Il peso leggero, ne permette anche una facile trasportabilità. Nella parte anteriore, oltre alla presenza dell’ingresso per le cuffie, troviamo una serie di funzioni di controllo, come ad esempio il master per la modulazione del volume ed altri parametri. Nella parte posteriore, sono invece presenti le porte di ingresso per i diversi input, nonché degli eventuali speaker.

Passando alle caratteristiche prettamente tecniche, l’amplificatore dispone di una potenza complessiva pari a 50 W ed una potenza di uscita pari a 25 W. Il controllo del volume è rotatorio e l’intervallo di frequenza, ossia il range di valori sulla stessa, oscilla fra 20 Hz e 30 Khz.

Dispone di funzionali luci ed indicatori a LED, fondamentali per ottenere un perfetto controllo del dispositivo anche in condizioni di scarsa luminosità. L’alimentazione è via cavo, a corrente alternata.


Cambridge Audio CXA60

Cambridge Audio CXA60

Si tratta di un amplificatore professionale, sinonimo di qualità e durevolezza nel tempo. È un prodotto compatto, che può essere installato in modo semplice e senza configurazioni complesse. Nella parte posteriore sono presenti i diversi attacchi (ossia le porte di ingresso e di uscita), nonché l’ingesso per l’alimentazione. Entrando maggiormente nel dettaglio, è possibile individuare la presenza sia di ingressi analogici che di ingressi digitali.

Passando alla potenza in uscita, la stessa è pari a 60 W RMS su 8 Ohm, 90 W RMS su 4 Ohm. Tutto ciò garantisce un suono impeccabile sotto molti punti di vista, nonché pulito e senza distorsioni. È presente un’uscita per le cuffie, nonché per subwoofer e preamplificatore.

La potenza massima di consumo è pari a 600 W, tuttavia, la funzione innovativa di inattività, permette di portare il consumo dell’energia al di sotto dei 0,5 W, in caso di inutilizzo.

In ultimo, non per importanza, ricordiamo la tecnologia DAC integrata, fondamentale per suoni da fonti digitali, senza la necessità di installare apparecchiature secondarie.


Yamaha A-S501

Yamaha A-S501

Restando in casa Yamaha, troviamo l’amplificatore A-S501, che rappresenta uno dei prodotti più apprezzati sul mercato. Ha un peso poco superiore ai 10 Kg e può essere installato e trasportato con facilità. I terminali dei diffusori placcati in oro e le decine di funzioni disponibili, ben dimostrano la qualità del dispositivo. Oltre alle porte fisiche, per intenderci quelle di ingresso per output e per input, troviamo la possibilità di collegare diversi dispositivi tramite tecnologia Bluetooth.

Dispone di convertitore digitale/analogico, nonché di connessioni rapide, che garantiscono suoni limpidi e modulabili tramite i diversi parametri messi a disposizione. La potenza massima ammonta a 120 W x 2, 85 W x 2 (RMS). La presenza degli ingressi digitali permette di poter utilizzare l’amplificatore per impianti sonori su TV o impianti con lettori Blu-ray.

La gestione può essere effettuata sia tramite pannello di controllo frontale (ove sono allocati diversi tasti funzionali, oltre che il master per la modulazione del volume) sia tramite telecomando in dotazione. Quest’ultimo, permette il controllo da remoto, senza la necessità di avvicinarsi al dispositivo.


Yamaha A-S701

Yamaha A-S701

L’ultimo prodotto della nostra classifica è l’amplificatore Yamaha A-S701, il quale permette sin da subito collegamenti efficienti, grazie soprattutto ai terminali placcati in oro. Dispone di diversi ingressi, anche in digitale, mostrandosi un ottimo prodotto da collegare ad impianti TV o con lettori Blu-ray. Risulta inoltre compatibile con adattatore wireless Bluetooth, per un invio del segnale da remoto.

La presenza della tecnologia Pure Direct, permette al segnale di percorrere il tragitto più breve, arrivando direttamente alla destinazione di output senza distorsioni.

Passando alle caratteristiche tecniche, l’amplificatore Hi-Fi Yamaha A-S701 possiede una potenza in uscita pari a 160 W x 2 [Max], 100 W x 2 [RMS]. È disponibile in colore argento, con un peso e dimensioni molto ridotte. Tutto ciò permette di poterlo trasportare in base alle proprie esigenze e di installarlo in pochi attimi sui diversi impianti.

In ultimo, parlando del controllo, il dispositivo dispone di un pannello di gestione anteriore, ove è collocato anche il master per la modulazione del volume, nonché di un funzionale telecomando in dotazione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *