Liberare RAM iPhone in 10 secondi: ecco come fare

Liberare RAM iPhone per velocizzare il vostro dispositivi Apple, non tutti conoscono questo trucco, o come meglio dire scorciatoia. Già perché è possibile aumentare la reattività del vostro smartphone Apple in pochissimi secondi, vediamo come nella nostra guida.

Sicuramente in molti come ad esempio il sottoscritto tengono sempre il telefono acceso 24 ore su 24. Durante la giornata facciamo molte operazioni al telefono aprendo e chiudendo le applicazioni e quindi la RAM viene spesso messa a dura prova e quindi possiamo notare dei piccoli rallentamenti. Giustamente voi direte a questo punto che l’iPhone quando ha bisogno di RAM chiude da solo la RAM chiudendo le applicazioni in background. Questo è vero ma alcune volte potrebbe essere necessario agire manualmente.

Sebbene Apple utilizza un’ottima gestione della RAM alcune volte possono capitare i rallentamenti classici che possiamo notare sui Samsung Galaxy. Infatti tali smartphone hanno molta memoria RAM ma in genere dopo qualche mese di utilizzo iniziano a vedersi i primi rallentamenti. Anche con il recente Galaxy S6 tale problema anche se in modo minore rimane. Questo perché gli unici dispositivi con Android puro sono i Nexus e sono gli unici a non soffrire di piccoli rallentamenti. Anche se c’è da dire che altri produttori con le loro personalizzazioni hanno fatto un ottimo lavoro.

Ma ora dopo questa panoramiche generale sul mondo degli smartphone veniamo ad Apple e a come velocizzare il nostro iPhone.

Liberare RAM iPhone [Guida]

  1. Come prima cosa sbloccate l’iPhone
  2. Mentre vi trovate nella schermata principale premete il tasto di Accensione fino a quando avete la scritta “scorri per spegnere”.
  3. Ora rilasciate il tasto di Accensione e premete quello Home fino a quando non torneremo automaticamente alla schermata principale.
  4. Fatto, ora avete liberato la RAM del vostro iPhone.

La RAM liberata tramite questo “trucchetto” equivale ad aver riavviato il dispositivo, con il vantaggio che lo avete fatto in un tempo decisamente più veloce, circa 10 secondi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *