Cloud Privato: che cos’è e a cosa serve

Il cloud privato è un modello di implementazione informatica in cui i servizi e l’infrastruttura di archivio sono ospitati privatamente, spesso all’interno della propria intranet o data center utilizzando risorse proprietarie e non sono condivisi con altre organizzazioni. La società di solito supervisiona la gestione, la manutenzione e il funzionamento del cloud privato.

Cos’è un cloud privato

Un cloud privato offre a un’azienda, ma anche ad un privato, un maggiore controllo e una migliore sicurezza rispetto a un cloud pubblico, ma la sua gestione richiede un livello più elevato di competenza IT.

Ai livelli piú semplici, ad esempio per realizzare un archivio di documenti e file da condividere in sicurezza su internet, può essere facilmente realizzato con un NAS (consulta la guida sulla realizzazione di un cloud utilizzando piccoli Nas per uffici).

In generale, il cloud computing consente alle organizzazioni di spostare la potenza di calcolo, l’archiviazione dei dati e altri servizi lontano dai server locali e su server remoti a cui dipendenti o clienti possono accedere via Internet.

Una società che desidera utilizzare i servizi di cloud computing può scegliere tra un cloud privato (in cui i servizi di condivisione sono esclusivi per l’azienda) e un cloud pubblico (in cui i servizi e gli archivi sono di proprietà e gestiti da un provider) o una combinazione dei due, noto come cloud ibrido.

Come funziona un cloud privato

Come altri tipi di ambienti cloud, un cloud privato utilizza la tecnologia di virtualizzazione per combinare le risorse di elaborazione in pool condivisi e fornirle automaticamente in base alle esigenze dell’organizzazione. Ciò consente a un’azienda di ridimensionare e massimizzare l’utilizzo delle risorse. La differenza è che in un cloud privato, quelle risorse di elaborazione sono esclusive per una singola organizzazione e non sono condivise con altri tenant. Gli utenti possono accedere al cloud privato tramite la rete Intranet aziendale o una rete privata virtuale (VPN).

Vantaggi cloud privato

Poiché il proprietario di un cloud privato mantiene il controllo completo, le aziende non solo possono garantire una sicurezza più alta, ma possono anche beneficiare di una migliore disponibilità e di tempi di attività superiori a quelli che un cloud pubblico può offrire.

Ecco alcuni esempi in cui un’azienda, media, piccola o grande, può trarre vantaggio dall’uso di un cloud privato:

  • Specifiche esigenze di sicurezza o conformità: per le organizzazioni soggette ai requisiti di conformità normativa, potrebbe essere necessario un cloud privato per raggiungere la conformità. Allo stesso modo, un’organizzazione può scegliere di utilizzare un cloud privato per archiviare dati sensibili al fine di mantenere un maggiore controllo sulla sicurezza.
  • Competenze tecniche: l’ esecuzione di un cloud privato richiede un livello più elevato di investimenti tecnici e competenze per gestire la complessità aggiuntiva che verrebbe gestita dal fornitore del cloud in base a un modello di cloud pubblico. Le aziende che hanno fiducia nelle proprie capacità tecniche sono in una buona posizione per trarre vantaggio da un cloud privato.
  • Esigenze di risorse prevedibili: uno dei principali vantaggi dei cloud pubblici è l’elasticità o la capacità di ridimensionare e aumentare rapidamente le risorse quando le esigenze variano. Tuttavia, alcune organizzazioni non hanno bisogno di questa elasticità perché il loro utilizzo è relativamente coerente. Per queste organizzazioni, un cloud privato può essere l’opzione migliore.

Qual è la differenza tra cloud privato e pubblico

Il cloud privato è un modello di implementazione del cloud in cui le risorse di elaborazione sono dedicate e proprietarie e un’unica organizzazione ospita e gestisce il sistema. Il cloud pubblico è un modello in cui i servizi cloud sono di proprietà e gestiti da un provider . Le aziende possono combinare un cloud privato con un cloud pubblico in un ambiente cloud ibrido.

Tipi di cloud privato

Esistono diversi tipi di cloud privati ​​che offrono servizi diversi. Ad esempio, quando un’azienda utilizza un cloud privato per l’infrastruttura come servizio (IaaS), il cloud potrebbe ospitare servizi di archiviazione, rete o elaborazione. I cloud privati ​​possono anche supportare applicazioni PaaS (Platform as a service), che funzionano esattamente come le normali applicazioni software ospitate su un computer locale.

Esistono anche vari tipi di opzioni di hosting cloud privato. Questi includono piattaforme solo software, pacchetti software e hardware combinati e cloud privati ​​ospitati o gestiti. Ospitato o gestito significa che il server cloud privato può risiedere nei locali del cliente o nel data center di un fornitore, ma è ospitato e talvolta gestito da un fornitore. Alcuni fornitori di servizi di cloud pubblico offrono anche cloud privati ​​virtuali, che creano ambienti piccoli e isolati per utenti specifici.

  • Cloud privato virtuale: questo tipo è diverso dai cloud privati ​​convenzionali perché le risorse in un cloud privato virtuale esistono in un’area recintata su un cloud pubblico anziché essere ospitate in locale.
  • Cloud privato ospitato: questo tipo di cloud è ospitato da un fornitore di servizi cloud separato locale o in un data center, ma il server non è condiviso con altre organizzazioni. Il fornitore di servizi cloud è responsabile della configurazione della rete e della manutenzione dell’hardware per il cloud privato, nonché della manutenzione del software aggiornata. Questa opzione offre il meglio dei due mondi per le organizzazioni che richiedono la sicurezza e la disponibilità di un cloud privato ma preferiscono non investire in un data center interno.
  • Managed private cloud: con questo tipo di cloud privato, un fornitore di servizi cloud non solo ospita un cloud per un’organizzazione, ma gestisce e monitora anche le operazioni quotidiane del cloud privato. Il fornitore di servizi cloud può anche distribuire e aggiornare servizi aggiuntivi basati su cloud come archiviazione e gestione delle identità o audit di sicurezza. Un server cloud privato gestito può far risparmiare tempo e risorse IT a un’azienda.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *