Samsung nel 2017 cercherà di far dimenticare gli errori

E’ triste quando un’azienda leader perde la faccia per uno scandalo

Non c’è motivo per sorridere, anche se non siete fan Samsung. Dopo il ritiro di Galaxy Note 7, Samsung ha davanti a sè una grossa sfida. Riconquistare la fiducia dei consumatori.  Non può essere altrimenti, per non perdere ancora quote di mercato ed entrare in crisi. La conferma dell’impegno arriva direttamente da uno dei manager dell’azienda, Gregory Lee, CEO di Samsung Nord America.

 

Samsung Galaxy S7 e Galaxy S7 edge

 

Durante l’evento GSMA Mobility Live che si è tenuto ad Atlanta, negli Stati Uniti, Lee ha definito il 2017 un “anno tremendo per la ricostruzione del brand e della fiducia“.  Durante l’evento non sono mancati i riferimenti alla vicenda del Samsung Galaxy Note 7.  Gregory Lee ha precisato che l’ultimo richiamo dei Galaxy Note 7 è stato completato all’80% e che i dipendenti dell’azienda hanno lavorato  negli ultimi cinquanta giorni per arrivare al risultato.

Ha anche sottolineato che l’azienda non ha ancora trovato la causa vera del problema che ha coinvolto il phablet: “Stiamo esaminando ogni aspetto del prodotto, del processo, per fare in modo di poter dire con totale fiducia che sappiamo esattamente quali sono stati i problemi e come prevenirli in futuro”.  Tutto ciò mette il luce l’impegno del colosso coreano nel recuperare la fiducia dei consumatori; la strada è davvero lunga e difficile ma le giuste scelte con il futuro Galaxy S8 potrebbero garantire a Samsung una ripresa meno dolorosa.

samsung

Nel frattempo pare che Apple stia beneficiando della situazione. Ci si aspetta un incremento considerevole degli ordini di iphone 7 e 7 Plus, che dovrebbe riflettersi nella prossima trimestrale. Finora Apple ha presentato due trimestrali di fila con un vistoso calo di fatturato. Ma bisogna dire che non comprendevano i dati di vendita degli Iphone 7.