KLIM Fusion – La Nostra Recensione

1 7

Per i più attenti e appassionati del mondo i-tech,  Klim Technologies non risulterà certo un nome nuovo, infatti nel corso del 2016, la giovane Start-Up è riuscita a farsi notare agli occhi dei più lanciando prodotti con rapporti qualità-prezzo decisamente buoni. Prettamente indirizzati all’utente Gaming Addicted, i prodotti dell’azienda sono contraddistinti da colori sgargianti e da una grafica accattivante.

Se a questo uniamo un Programma Tester molto innovativo, a cui può accedere un’ampia fetta di Pubblico possedente una certa gamma di requisiti (non proibitivi ai più), otteniamo una formula vincente, e Klim l’ha cavalcata ottenendo responsi positivissimi. Per questi motivi oggi siamo qui a presentarvi la Nostra Recensione dei Fusion, degli Auricolari In-Ear che sicuramente attireranno la vostra attenzione.

Si presentano protetti da un bussolo circolare in latta, che personalmente mi ha ricordato (con un filo di nostalgia) le Scatole dove venivano alloggiati molti Orologi nelle bancarelle delle fiere e dei mercati nei primi anni 2000. Ricordi a parte, la latta denota subito una buona resistenza agli urti, scongiurando qualsiasi danno ai vostri auricolari durante la fase di consegna da parte dei nostri cari corrieri espressi. Una volta sollevato il coperchio risalta subito all’occhio un piccolo biglietto che invita a diventare Tester Klim, e che nasconde il resto della dotazione:

Un comodo sacchettino per il trasporto, contraddistinto da una colorazione Verde molto accesa in tinta con i Fusion;

Uno Sdoppiatore Audio, nota molto piacevole visto che sono rari i casi in cui viene incluso in una dotazione standard;

Una clip per tenere saldi gli auricolari ai nostri indumenti, data la loro lunghezza molto elevata;

Tre paia di gommini di varie dimensioni, che soddisfano praticamente tutte le tipologie di orecchio, anche le più difficili.

I Fusion vengono presentati come un Prodotto fatto per durare nel tempo, data la notoria fragilità di molti Auricolari, vengono garantiti per una durata di 5 anni, come praticamente tutta la gamma di Gadget Klim. Infatti subito ad una prima occhiata sembrano mantenere le aspettative, risultando costruiti ottimamente e con materiali resistenti come l’alluminio. Ci è risultata un pò più scadente e fragile la costruzione del Controller, ma su questo ci torneremo dopo.

Le cuffie Klim si contraddistinguono dalla massa soprattutto per l’integrazione di due padiglioni auricolari in Memory Foam, in grado di adattarsi praticamente ad ogni situazione, modellandosi di conseguenza e restituendo un’ottima resa audio, oltre a fornire veramente un buon isolamento dall’esterno. Attenzione, poichè sono facilmente esposti alla sporcizia e sono molto più delicati dei gommini tradizionali, maneggiateli con cura e non ve ne pentirete. (Si, è il solito materiale usato da Eminflex nelle televendite dell’amico Giorgio Mastrota)

Il cavo è lungo, veramente lungo…forse troppo, addirittura 1,7 metri e state tranquilli che la clip in dotazione vi servirà anche come punto di ancoraggio per questo, che altrimenti potrebbe dare fastidio, oltre ad essere vittima di ingarbugliamenti selvaggi nelle vostre tasche. Una soluzione Piatta o Flat forse sarebbe stata perfetta, ma ciò non vanifica la bontà di questo prodotto.

KLIM Fusion foto

Il Controller integrato funge da Microfono, da Play and Pause per la musica, da Pulsante per rispondere alle chiamate, da Bilanciere del Volume, e da Assistente Remoto per richiamare Siri; inoltre ingloba un comodo selettore per Switchare tra la Modalità NK (indicata per gli Smartphone con OS Android) e quella IP (più adatta invece ai device Apple)…ci è sorto un piccolo interrogativo durante la nostra prova, perchè utilizzandolo in modalità NK con uno smartphone Android, la resa audio era peggiore che in modalità IP, quindi vi consigliamo di provarle entrambe e valutare caso per caso. Un vero peccato per la costruzione in plastica, l’alluminio avrebbe restituito un Design Premium e sicuramente un miglior Touch and Feel, purtroppo qualche volte si ha la sensazione di toccare un classico oggetto cinesone, che potrebbe rompersi da un momento all’altro.

Alla fine della fiera però come suonano questi Klim Fusion?

Beh, c’è un motivo se all’inizio di questa recensione abbiamo voluto sottolineare la notorietà raggiunta dall’azienda, grazie all’impegno profuso e alla cura messa  nei loro prodotti, è proprio per questo che gli Auricolari risultano essere una delle migliori scelte sulla fascia di prezzo dagli 0 ai 20 Euro, dimostrandosi una valida alternativa per esempio alle Xiaomi Piston o Hybrid.

Hammering The Bass– campeggia sullo Slogan riportato in confezione, e in effetti i Bassi sono davvero Martellanti, e ciò non compromette l’esperienza d’uso, anzi tutt’altro…a patto di mantenere un giusto volume la qualità sonora risulta pulita e fedele, curata negli alti e senza tralasciare i medi.

Ragion per cui, promuoviamo a pieni voti questi Fusion, con la speranza che i piccoli difetti riscontrati vengano in qualche modo limati e migliorati col tempo, e che Klim continui su questa strada, intrapresa ormai da qualche tempo, ma che sembra essere quella giusta per confermarsi una Realtà Solida nel campo Gaming e Tech in generale!

Sito Ufficiale Klim Technologies;

Programma Italian Testers;

Klim Community Italia Pagina Facebook.

Potrebbe piacerti anche Altri di autore

  • Tech90

    Sicuramente un buon prodotto